Tag Archives: scienziati

bad project

2 Feb

Alcuni ricercatori dello Hui Zheng lab del Baylor College of Medicine, in Texas, hanno cercato di comunicare in modo insolito i sentimenti di chi passa le sue giornate tra provette e pubblicazioni…il risultato, assolutamente esilarante, mostra come un linguaggio attuale come quello pop, veicolato da una canzone conosciuta ovunque, sia in grado di mettere in luce ansie e frustazioni degli scienziati.

Annunci

Reserch gate: un altro social network per scienziati

16 Dic

reserchgate1https://www.researchgate.net

Questo sito è il più importante social network per ricercatori e scienziati, o per lo meno, quello di cui si parla per la maggiore.

Il segreto del suo successo può risiedere nella facilità di navigazione. Garantita dalle poche applicazioni disponibili. Infatti, una volta effettuata la registrazione si può fare ben poco, sopratutto in confronto a scilink.

Le applicazioni riguardano per la maggior parte la propria pagina, e comprendono:

  • About me: nome, cognome, data di nascita, nazionalità ecc
  • contact details: aree di studio, università di riferimento, interessi vari.
  • reserch vita: progetti di ricerca, dettagli sulle università frequentate durante gli studi, collaborazioni, premi, ecc
  • Research skills: comprende specializzazioni che si sono acquisite, come ad esempio l’uso di metodi statistici, quali tecniche di laboratorio si conoscono, ecc
  • publications: una sorta di archivio personale dei lavori pubblicati sulle riviste, dei libri scritti, delle conferenze cui si è partecipato come relatori , dell’argomento della tesi ecc
  • library: una propria biblioteca virtuale dei testi più importanti, legati direttamente o indirettamente alle proprie linee di ricerca.
  • contacts: permette di trovare persone con un meccanismo uguale a facebook
  • bookmarks: lista dei contatti per facilitare la consultazione
  • groups: ci sono dei gruppi a cui iscriversi, tra cui uno abbastanza interessante su come comunicare la scienza, in  cui i membri si scambiano consigli sui metodi da adottare e le analogie da sfruttare. Il lego per spiegare DNA e RNA, e chiamare la propria madre per testare l’effetto di una notizia da comunicare al paziente, sono solo due dei metodi suggeriti dai giovani dottori e professori!!!
  • reserchtool: è un’archivio pubblico delle pubblicazioni estrapolato da pubmed. Si tratta di una rosa di articoli che possono essere collegati alle linee di ricerca inserite nel proprio profilo. Infatti non si tratta solo di articoli recenti ma possono essere anche di 40 o 50 anni fa. Aprendone uno si fa poi un’altra rosa di articoli collegati al primo, in modo da avere più testi da consultare. Inoltre nella pagina principale di questa applicazione è possibile trovare anche una lista di membri del sito e d igruppo che in qualche modo sono collegabili a noi o ai nostri interessi.

SciLink: il facebook degli scienziati

16 Dic

web2-scilinkhttp://www.scilink.com

questo è il link del primo social network per scienziati.

Sito dalla grafica minimalista, che ha per logo una rappresentazione molecolare in 3D.

Previa registrazione questo portale permette di trasformare i “topi da laboratorio” in amici, con lo stesso meccanismo di facebook. Digiti un nome, e ne richiedi l’amicizia.

Prevalentemente rivolto al pubblico internazionale presenta numerose applicazioni utili:

Upcoming Conferences & Meeting

calendario degli eventi (convegni, conferenze, seminari, ecc) con date, località e breve spiegazione dell’argomento che verrà trattato.

Explore Groups

permette di visualizzare i gruppi preesistenti e di crearne di nuovi. Io ho creato il gruppo “science comunication”, ma tra i gruppi più in “voga” ci sono quelli di Neuroscience e di PERIOPERATIVE MEDICINE.

Ask a Question

è uno spazio che permette di scrivere le domande e inserirle all’interno della categoria di riferimento, in attesa che un esperto del settore (o anche solo qualcuno che sappia dare un’indicazione) ci risponda.

Jobs

una carrellata di offerte lavorative da parte delle più svariate azienze e per le più varie posizioni. Molti dei riferimenti sono attualmente per Cambridge.

Sempre in questa sezione è possibile trovare un prospetto dei guadagni per posizione ricoperta all’interno dell’azienda.

Tree of Science

una sorta di albero delle conoscenze e dei rapporti di lavoro tra le persone. utile per rintracciare gente e vedere come la comunità scientifica sia molto “global”!!

All’interno della propria pagina è possibile inserire applicazioni specifiche, come i file pubmed in lettura,  i colleghi on line, cosa leggono le perosone del proprio network, le persone che potresti conoscere, e così via in una sorta di “novella2000” per cervelloni nell’era del Web2.0 e della Scienza2.0!!!!

Una copertina per salvare i ghiacci!

26 Nov

Sei mesi fa è partito un progetto di salvaguardia dei ghiacciai promosso da un gruppo di ricercatori dell’università di Milano sotto la guida di due esperti del Comitato glaciologico italiano. 0502

Il sito da salvare era il ghiacciaio Dosdè Orientale, in Alta Valtellina, Lombardia .

Si è trattato di coprire il ghiacciaio con un telo bianco di due strati, isolante, steso su 150 metri quadri per isolarlo dal caldo e dai raggi UV. In questo modo si sperava di salvare 193,8 metri cubi di acqua. I livelli di scioglimento sono infatti molto elevati. Si parla di 171 milioni di metri cubi di qcqua persi dai ghiacciai lombardi nel 2003 e milione di metri cubi che il solo Dosdè rilascia ogni anno.

L’esperimento, condotto con il finanziamento di una nota marca di acque minerali, ha permesso così di salvare il 43 % di spessore dell’acqua rappresentata dalla neve compatta presente al momento della stesura del telo sul ghiacciaio e soprattutto di azzerare la fusione del ghiaccio sottostante. In totale, tenendo conto anche del ghiaccio preservato dalla fusione, si è salvato uno spessore di acqua di 161 cm. Il volume di acqua preservato è risultato di circa 115 m3, corrispondente a 115 mila litri. Il telo agisce creando una barriera fisica tra i raggi solari e la neve e il ghiaccio sottostanti, limitandone così la fusione durante il periodo estivo03

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: