Tag Archives: società

H&M ecosostenile (ovvero una scusa per fare shopping)

2 Mar

Moda e sostenibilità ambientale non sono propriamente due concetti che si rincorrono, per questo motivo quando ho letto che H&M ha presentato la Conscious Collection, una collezione eco-sostenibile, non ci volevo quasi credere!!!

Il look della collezione sarà minimalista, con pizzi e drappeggi applicare per impreziosire gli abiti, realizzati nelle tonalità del bianco.

I materiali utilizzati comprendono cotone e lino privi di additivi chimici, poliestere ottenuto dal riciclo delle bottiglie di plastica e il tencel, un materiale a base di fibre di legno.

Annunci

trova le differenze

1 Mar

visitabile interattivamente qui!

sempre per la serie scienza vs tecnologia!

La prima è una cartina scientifica, la seconda la mappa della metro londinese….decisamente molto simili!

il social network più grande del mondo

28 Feb

La tecnologia, la scienza e la società si intersecano in molti modi, uno di questi permette la creazione di grafici e rappresentazioni visive dei più svariati temi.  Stamattina, girottando per il web mi sono imbattuta in uno di questi esempi: il sito Wired.com ha pubblicato una rappresentazione della criminalità organizzata nel mondo. Chiedendosi quanto sia “organizzata la criminalità organizzata”, la definisce come il più grande e il più criminale social network.

Di sicuro incompleta, questa rappresentazione traccia comunque un quadro interessante che non può passare inosservato.

Shrek vs Azzurro

26 Feb

Tutte sogniamo il principe azzurro, almeno da piccole. Quando cresciamo ci rendiamo conto che l’attrazione sessuale è complicata, influenza l’umore e certe scelte, però dipende direttamente dai nostri feromoni e viaggia su binari abbastanza standard. Le caratteristiche fisiche che attraggono le donne sono da sempre scontate: altezza, larghezza delle spalle e fianchi stretti sono le qualità più apprezzate. Ma attenzione: i maschi con le spalle larghe sono la preda ambita delle donne impegnate per via della loro scarsa affidabilità, allo stesso modo, i maschi con caratteri del volto molto mascolini hanno un elevato tasso di testosterone che li porta ad avere anche una maggiore propensione al tradimento….ecco quindi che se gli uomini preferisco le bionde ma sposano le more, le donne preferiscono i fighi ma sposano i maschi con lineamenti più morbidi, adatti per metter su famiglia e gli altri finiscono col fare gli amanti occasionali.

Un discorso a parte lo meritano i ballerini: chi riesce a fare bella figura in pista attira le donne, in particolare le donne sono più attratte da chi allarga gambe e braccia senza imbarazzo, dimostrando di avere il controllo dello spazio che lo circonda. Ha molta importanza anche l’aspetto immunologico: le donne avvertono i geni in grado di combattere virus e batteri, di cui è dotato un uomo. Più la composizione di questi geni è diversa da quella della donna, più questa sarà attratta dall’odore dell’uomo, considerandolo più adatto a farci bambini… mentre la similitudine di geni con il partner causa l’aumento delle possibilità di tradimento.

(fonte “perché le donne fanno sesso” Meston, Buss)

Spegni la luce e accendi il tricolore

18 Feb

È il motto della settima edizione della campagna “M’illumino di meno” lanciata dal programma di Radio2 Caterpillar.

Quest’anno il tema saranno i 150 dell’unità d’Italia, e per l’occasione la puntata della trasmissione andrà in onda dal Castello di Rivoli a Torino (17-19,30). Nella location scelta ci sarà una installazione raffigurante l’Italia sotto forma di puzzle realizzato in plastica riciclata, proveniente dal progetto “Italiae. 150 eventi in piazza per ri-disegnare l’Italia”, nato dalla collaborazione fra il Comitato Italia 150 e il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea e finalizzato a promuovere elementi di cultura contemporanea nel contesto storico e ad attualizzare la dimensione storica nel tempo presente.

Caterpillar invita comuni, associazioni, scuole, aziende e case ad aderire all’iniziativa creando un’accensione virtuosa, a base di fonti rinnovabili: infatti accanto agli spegnimenti simbolici ci saranno anche le accensioni originali di luci pulite a tema con il tricolore.

Su www.caterpillar.rai.it sarà possibile segnalare la propria adesione e trovare tutti i materiali per diffondere l’iniziativa.

abc sulla diseguaglianza

30 Nov

 

Girottando per la rete ho trovato un video molto interessante sui principi base della nostra economia.

Be the change you wish to see in the world” Gandhi

i vegetariani e le proteine

27 Nov

Da poco ho avuto modo di vedere degli articoli dell’American dietetic association su vegetarianesimo e veganesimo. Questa associazione, la più grande del settore, ha una posizione molto chiara sul tema ritenendo che le diete vegane ben bilanciate, così come altri tipi di diete vegetariane, sono appropriate durante tutti gli stadi del ciclo vitale (inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza).

Tra i vegetariani c’è un’incidenza minore di malattie cardiache, ipertensione, cancro a prostata e colon e diabete, soprattutto grazie alla presenza di meno grassi e più fibre.

La convinzione che i vegetariani (e ancora di più i vegani) non assumano abbastanza proteine è radicata nel tempo ed è stata confutata ben 40 anni fa, quando gli studi medici hanno evidenziato che un’alimentazione basata esclusivamente su pane, pasta riso o patate fornisce un apporto proteico adeguato e che le proteine vegetali sono in grado di soddisfare i fabbisogni nutrizionali e non è necessario assumere la carne.

Tra le fasce in cui è necessario un apporto proteico maggiore (bambini, donne gravide e in allattamento) è sufficiente aggiungere fagioli, piselli o lenticchie. Il problema sull’adeguata assunzione di Ferro sono aggirabili grazie agli alimenti che ne sono ricchi come soia, semi di zucca, albicocche secche, fagioli pinto, spinaci e uvette (per assorbire al meglio il Ferro contenuto in questi alimenti è consigliato assumere vitamina C, mentre gli integratori di calcio, il caffè e il the ne inibiscono l’assorbimento).

Ho scoperto che un atleta non ha bisogno di proteine animali per avere successo. Infatti il mio migliore anno nelle competizioni di atletica leggera e’ stato quando mi sono convertito al veganismo”   Carl Lewis

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: